"Oggi arrivo a dire che non può considerarsi uomo completo chi non si sente rivoluzionare l’animo dall’affetto per la donna. Mi accorgo che è insita nella nostra natura questa energia, questa forza affettiva: e penso perciò che, se è sopita, bisogna ridestarla ed alimentarla, per portare al massimo rendimento la vita dello spirito, che in tanto vive (e ne gode) in quanto è nella pienezza della sua vitalità, nello sviluppo totale delle sue energie latenti. E non vi può esser dubbio che il sentimento dell’amore sia un’attività fondamentale, naturale, necessaria dell’animo nostro."

— Salvatore Mannironi, Lettere a Fannìa